Falconi per il recupero dello storico vaporetto

Gente Veneta, 11 febbraio 2022

Il vecchio vaporetto sarà restaurato?

Restaurare un vaporetto storico degli anni ’30 che attualmente si trova in uno stato di totale abbandono sul naviglio Brenta- Mira. Ormeggiato in uno dei canali interni, il vecchio vaporetto Acnil (poi diventata Actv) rappresenta una testimonianza storica del trasporto pubblico locale.

Si trova nel territorio del Comune di Mira e, una volta restaurato, potrebbe trovare spazio ed essere custodito all’interno del Museo del Mare al Lido, diventando uno spazio per una biblioteca tematica, visite e incontri formativi.

Il progetto parte dal capitano Ferruccio Falconi, ex capopilota della Corporazione Piloti dell’Estuario Veneto. In vista dei suoi 95 anni, che festeggerà i primi di marzo, ha pensato di fare un regalo alla città.

La proposta della famiglia Falconi per il recupero dello storico vaporetto

Il comandante Falconi si è reso disponibile a restaurare il battello a proprie spese, coinvolgendo nel progetto la famiglia Falconi, in particolare il figlio Nicola con la società Adriatic.

La proposta è stata formalizzata nei giorni scorsi mediante una lettera ufficiale inviata da Ferruccio Falconi al sindaco di Mira Marco Dori e alle varie autorità competenti, in particolare chiedendo la collaborazione di Veritas per lo smaltimento della massa di rifiuti che attualmente si trova a bordo e ad Actv per le prime operazioni di recupero da farsi al prezzo di costo.

La candidatura c’è, ora si attendono risposte. Sicuramente il progetto risolverebbe le polemiche sulla situazione di degrado a bordo del battello che è stata oggetto di diverse segnalazioni da parte dei residenti nelle scorse settimane. (L.M.)